fbpx
  • CARTOMANZIA PROFESSIONALE
  • CHING
  • RUNE
I SOGNI COSA SONO
I SOGNI COSA SONO

Sognare un evento e constatare poi il suo verificarsi nella vita reale è sicuramente un’esperienza
sconcertante che può essere comprensibilmente scambiata per paranormale. Tuttavia
un esame più attento e obiettivo del fenomeno ridimensiona fortemente la
straordinarietà del fenomeno. Innanzi tutto può essere interessante fare alcune considerazioni di tipo statistico. Ogni notte tutte le persone che popolano la Terra sognano per più di un’ora, costruendo un numero spaventoso di sogni. Appare quindi piuttosto probabile che in questo
numero enorme di sogni prima o poi compaia qualche episodio che si verifica
realmente. Inoltre, come sempre accade relativamente alle previsioni, la nostra mente effettua una selezione a posteriori. Tendiamo a dimenticare rapidamente i sogni che contengono episodi
che non si verificano nella realtà, mentre ricordiamo con grande enfasi quelli
in cui gli eventi si realizzano. Se si facesse un’analisi statistica tra le
previsioni avveratesi e quelle non avveratesi, si scoprirebbe di essere
perfettamente all’interno delle leggi probabilistiche. Anche la teoria delle
informazioni nascoste, citata prima, può contribuire a spiegare certi sogni
premonitori. Può, infatti, accadere che un soggetto percepisca delle
informazioni senza rendersene conto (ad esempio, vedendo una persona percepisce
il suo cattivo stato di salute). Durante il sogno queste informazioni possono riaffiorare (per continuare l’esempio, si può sognare che quella persona si ammali) e ciò che si sogna ha una certa
probabilità di accadere realmente (la persona si ammala). Infine va fatta un’ulteriore
considerazione. Di solito i sogni si ricordano con difficoltà. Di conseguenza
capita spesso che ognuno di noi, in perfetta buona fede e del tutto
inconsapevolmente, aggiusti a posteriori il ricordo del sogno per farlo
combaciare con qualche episodio realmente accadutoci. Se i sogni premonitori sono dunque
un’illusione, sono invece reali i cosiddetti “sogni lucidi”. Durante
questi sogni il soggetto è perfettamente consapevole di stare sognando e,
inoltre, riesce a pilotare volontariamente lo svolgersi del sogno stesso. È
un’esperienza che può essere spontanea ma che può anche essere indotta con
tecniche opportune. Indubbiamente, per i fortunati che li hanno sperimentati, i
sogni lucidi devono essere un’esperienza molto piacevole: molto meglio del
cinematografo o della stessa “realtà virtuale” che le nostre
tecnologie (per certi versi ancora primitive) al momento ci offrono.