• CARTOMANZIA PROFESSIONALE
  • CHING
  • RUNE
Interpretazione chirologica della forma, delle linee, delle dita e dei segni
Interpretazione chirologica della forma, delle linee, delle dita e dei segni

Se l’analisi della mano nella sua globalità tratteggia la tonalità di fondo della personalità e dell’esistenza del soggetto, le linee ne costituiscono per così dire un complemento, quel dettaglio, quel tocco finale da cui nasce la previsione di situazioni, malattie, eventi. Ogni linea rappresenta un settore particolare della nostra vita e del nostro corpo: esistenza in generale, fortuna, professione, amore, matrimonio, figli, salute; e per quanto concerne i vari settori del corpo, testa, cuore, apparato digerente. 

Naturalmente seguirne il corso non è sufficiente: in chirologia sono più le eccezioni che la normalità. Si può giungere ad affermare, con tranquillità, che ogni individuo, ogni mano, ogni linea rappresenta in un certo senso un caso a sé, con un proprio tracciato, una propria individualità che si discosta nettamente dalla teoria. Solo prendendola singolarmente, studiandone attentamente il colore, il corso, la struttura, i segni modificatori, i tagli, gli incroci, si giunge quindi a percepirne l’individualità, che rende ogni vita, ogni temperamento diverso da tutti gli altri.

La linea della Vita, ossia quella linea semicircolare che, iniziando sotto il monte di Giove, si conclude, dopo aver racchiuso il monte di Venere con un grande arco, vicino al polso; è tradizionalmente posta in relazione con la durata della vita, il suo corso, le malattie, la robustezza fisica e la vitalità del soggetto.

Linea di Marte o sorella della linea della vita: quando, accanto alla linea della vita ne compare un’altra parallela ad essa, la personalità si rivela forte, perseverante, coraggiosa e resistente. La sorella della vitale ne ripara le eventuali mancanze, ma se entrambe le linee sono brutte o anomale, i mali saranno doppi.

Linea della testa: nasce nello stesso punto di origine della linea della vita e, traversando orizzontalmente il palmo, termina sul monte di Marte o sul monte della Luna; informa sull’intelletto del soggetto, la memoria, l’apprendimento, la professione, le malattie e i disturbi legati alla testa.

Linea del cuore: l’origine di questa linea è molto controversa. Alcuni autori, infatti, la fanno iniziare sotto il monte di Mercurio e terminare sotto quello di Giove, altri affermano esattamente il contrario. La linea del cuore fornisce informazioni sull’affettività del soggetto, la sua vita sentimentale, le affezioni cardiache.

La linea del destino sale dal polso verso il dito medio e rappresenta la capacità di bilanciare le qualità logiche ed intuitive; se esiste è un buon auspicio di equilibrio personale e di ‘successo’ facilitato.
La linea dell’intuizione sale dal polso verso il dito mignolo e rappresenta la nostra capacità di intuire più che capire le situazioni che ci si presentano nella vita.