• CARTOMANZIA PROFESSIONALE
  • CHING
  • RUNE
Il leone e il suo rapporto affettivo
Il leone e il suo rapporto affettivo

Esiste una condizione fondamentale senza la quale il nostro Leone non dà inizio a nessuna storia affettiva: la stima. Deve scaturire quella scintilla chiamata ammirazione per poter dare il via a una relazione seria e duratura. Sia la donna che l’uomo del segno hanno un estremo bisogno di sentirsi stimati, fieri di sé e delle loro azioni. Bisogna ricordare che i sentimenti tiepidi non fanno per questo segno che considera l’amore soprattutto sotto l’aspetto passionale. L’amore è un sentimento senza mezze misure che viene vissuto con grande energia, anche se il Leone non ripone in esso tutte le sue aspettative. Ma c’è un problema: l’amore per essere duraturo richiede un minimo di abbandono. In sostanza, il nostro Leone, non può svegliarsi tutte le mattine presto per farsi bello e indossare la “corona” prima che il partner lo guardi in faccia! Il fatto è che il Leone ha paura a lasciarsi andare, come se il partner potesse togliergli chissà quale autorità e perdere l’ammirazione! Oltre a questo, idealizza la persona amata immaginandola non per come è, ma per come dovrebbe essere: ciò diventa un problema quando il partner non ne può più di reggere il gioco!… Oppure, capita spesso che sia lo stesso Leone a assumersi i compiti che, nella coppia, spetterebbero all’altro.

Il Leone nei rapporti di coppia

I Leoni di entrambi i sessi sono terrorizzati dalle situazioni che si presentano poco chiare. Vogliono amare alla luce del giorno e poter esibire il partner come se fosse una pietra preziosa! La donna e l’uomo del segno non si differenziano molto: entrambi “regali”, vogliono essere esclusivi e importanti, quindi costantemente cercati, riveriti e apprezzati. A causa del loro egocentrismo, accettano le critiche con estrema difficoltà: questo potrebbe rappresentare il problema principale che si deve affrontare con loro. Uomo o donna che sia, il nostro Leone vive l’amore in modo assoluto ed esclusivo: non ammette interferenze esterne e ritiene che la fedeltà sia uno dei presupposti necessari al rapporto perché possa durare felicemente… sempre che sia soddisfatto sul piano fisico e se la sua metà si comporti in maniera altrettanto “onorevole”! L’adulterio resta comunque l’ultima spiaggia perché, fortunatamente, viene ritenuto una cosa meschina: preferisce un divorzio spettacolare magari seguito da un secondo matrimonio altrettanto spettacolare!