I TAROCCHI COME CHIAVE DELLA CONOSCENZA

  • Home
  • Blog
  • I TAROCCHI COME CHIAVE DELLA CONOSCENZA

Chi portò i tarocchi al di là del semplice gioco e della predizione della sorte fu l’occultista Eliphas Lévi. I suoi studi sui tarocchi divennero da subito vera e propria Bibbia per gli esoteristi di tutto il mondo. Secondo Lévi i tarocchi contengono un profondo e nascosto simbolismo: un sapere celato nella simbologia delle carte.

La Dottrina di Lévi

I tarocchi – ispiratori di tutti i libri sacri dei popoli antichi – sono la sintesi massima dei principi di una vastissima e consolidata tradizione esoterica: sono la vera chiave della conoscenza.

I 22 arcani maggiori dei tarocchi sono infatti corrispondenti alle 22 lettere dell’alfabeto ebraico ed ai 22 sentieri dell’albero della Cabbala; sono un catalizzatore in cui si ritrovano le tradizioni ed i principi di astrologia, scienze segrete, e discipline iniziatiche e sacerdotali. Secondo Lévi i tarocchi sono quindi “il più perfetto strumento” per la comprensione dell’inintelligibile.

Estratto da “Dogme et Rituel de la Haute Magie”
(“Dogma e Rituale dell’Alta Magia”)
di Eliphas Lévi

Siamo arrivati alla fine della nostra opera, ed è qui che dobbiamo darne la chiave universale e dire l’ultima parola.

La chiave universale delle arti magiche, è la chiave di tutti gli antichi dogmi religiosi, la chiave della Kabbala e della Bibbia, la clavicola di Salomone.

Ora, questa clavicola o piccola chiave, che da secoli si credeva perduta, noi l’abbiamo ritrovata, e abbiamo potuto aprire tutte le tombe dell’antico mondo, far parlare i morti, rivedere in tutto il loro splendore i monumenti del passato, comprendere gli enigmi di tutte le sfingi e penetrare in tutti i santuari.

L’uso di questa chiave, presso gli antichi, non era permesso che ai soli sommi sacerdoti, e il segreto non era confidato nemmeno all’elite degli iniziati. Ora, ecco quello che era questa chiave:

Era un alfabeto geroglifico e numerale esprimente tramite segni e numeri una serie d’idee universali e assolute.Quando il sommo sacerdozio cessò in Israele, quando l’arca fu perduta, il santuario profanato e il tempio distrutto, i misteri dell’ephod e del teraphim, che non erano più tracciati sull’oro e le pietre preziose, furono scritti o meglio raffigurati da alcuni saggi cabalisti sull’avorio, sulla pergamena, sul cuoio argentato e dorato, e infine su delle semplici carte. Nacquero così i tarocchi.

Ti meriti risposte

Scopri cosa ti aspetta, un team di cartomanti professioniste da più di 20 anni sono pronte ad aiutarti.

Potrebbero interessarti anche...

Sognare di Fare Qualcosa

Cosa Significa Sognare di Fare Qualcosa? Sognare di fare qualcosa può avere molteplici significati, spesso legati all’azione specifica che stai eseguendo nel sogno. Può rappresentare

SCOPRI DI PIù »

Sognare un bastone

Che cosa significa sognare un bastone? Sognare un bastone può avere diversi significati a seconda del contesto del sogno. Generalmente, un bastone nei sogni può

SCOPRI DI PIù »

Sognare una Vecchia

Che significa Sognare una Vecchia? La figura della vecchia nei sogni può rappresentare saggezza, esperienza e il passare del tempo. Può simboleggiare la connessione con

SCOPRI DI PIù »