• CARTOMANZIA PROFESSIONALE
  • CHING
  • RUNE
I SOGNI
I SOGNI

il sogno, anziché essere un processo di mascheramento,
sarebbe un processo di attivazione. Questo spiegherebbe come mai in molti sogni
si manifesta un’attività eccessiva come correre, nuotare, ecc. Per altri autori
il sogno sarebbe semplicemente una rielaborazione delle esperienze nascoste
percepite durante lo stato di veglia. In altre parole, durante la veglia noi
raccoglieremmo molte informazioni senza rendercene conto. Esse verrebbero
comunque memorizzate e riemergerebbero durante il sonno. In tal modo, durante,
il sogno il nostro cervello metterebbe, per così dire, in ordine le esperienze
accumulate. Il premio Nobel per la medicina Francis Crick (uno dei due
scopritori della struttura del DNA) ha elaborato una teoria secondo la quale il
sogno sarebbe un modo in cui il cervello smaltisce l’eccesso di informazioni
raccolte. Secondo la teoria delle “reti neurali” (ovvero gruppi di
cellule neuroniche che cooperano per la registrazione delle associazione tra
eventi percepiti) il sogno servirebbe non solo a mettere ordine, ma anche a
fare pulizia, eliminando i ricordi più deboli e inutili, mantenendo in
efficienza la rete neuronica per il giorno seguente. Secondo tale teoria i
sogni sarebbero quindi una sorta di spazzatura che il cervello sta eliminando. Dal fatto che esistano diverse teorie, spesso contrapposte, si può facilmente capire che dal punto di vista scientifico i sogni rappresentano ancora in buona parte un
mistero. Questo deriva ovviamente dal fatto che essi sono il prodotto del
cervello che, come qualcuno ha affermato, è l’oggetto più complesso che esista
in natura. Nel momento in cui comprendessimo meglio il funzionamento del nostro
cervello, probabilmente riusciremmo anche a spiegare a fondo il meccanismo dei
sogni.